Emergenza Covid-19, via libera ai funerali dal 4 maggio

Emergenza Covid-19, via libera ai funerali dal 4 maggio

Un addio silenzioso, lacrime a distanza, preghiere tra le mura domestiche ed il dolore soffocato dai divieti. Finora si sono svolti così le esequie durante il periodo di emergenza causato dal Coronavirus Covid-19, in cui le uniche pratiche concesse sono state la benedizione della salma al cimitero in forma privata oppure la cremazione.

Qualcosa cambierà però dal 4 maggio con l’entrata in vigore dell’ultimo Decreto Ministeriale in cui il Governo ha inserito le regole che caratterizzeranno la fase 2 dell’emergenza. Da quella data, infatti, si potranno tornare a svolgere i funerali, anche se con regole precise e un un numero di persone contingentato.

Le direttive per le cerimonie funebri civili e religiose

Pur rimanendo sospese le cerimonie civili e religiose, saranno consentite solo quelle funebri con l’esclusiva partecipazione dei parenti stretti del defunto.

Si potrà così dare l’ultimo saluto ai propri cari con una cerimonia, civile o religiosa, a cui potrà partecipare un massimo di 15 persone.

Le funzioni dovranno svolgersi preferibilmente all’aperto indossando le mascherine come protezione per le vie respiratorie. Dovrà, inoltre, essere rigorosamente rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Le chiese rimarranno chiuse, saranno ammessi solo i funerali

L’apertura dei luoghi di culto, in cui non si potranno ancora celebrare le Messe domenicali e settimanali, sarà condizionata alla possibilità all’adozione di misure organizzative che possano evitare gli assembramenti di persone. Verranno inoltre prese in considerazione anche le dimensioni e le caratteristiche delle chiese che dovranno garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza sociale di sicurezza.

Possibilità della riapertura dei cimiteri

Sarà facoltà di Regioni e Comuni, invece, riaprire i cimiteri, non solo in occasione dei funerali. Anche nei cimiteri, però, si dovrà rispettare l’obbligo di distanziamento sociale di almeno un metro tra le persone e accedervi con la mascherina. Alcuni Comuni in varie zone d’Italia si sono già organizzati per illustrare tali misure con un’apposita cartellonistica posizionata all’ingresso di ogni cimitero.

Leave a Reply

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: