Tanatoestetica

Rendere un aspetto più sereno ad un defunto è un’operazione che permette ai famigliari ed agli amici di trovare un po’ di conforto nel rendere l’ultimo saluto alla persona cara. In attesa della celebrazione del funerale, il defunto viene sottoposto a delle operazioni per attenuarne i segni lasciati dalla morte. Di questo si occupa la tanatoestetica, la pratica che si occupa dell’aspetto estetico del defunto ma anche del risvolto psicologico che una salma in ordine e gradevole può avere sui parenti e sugli amici in un momento così doloroso. La cura estetica del defunto avviene attraverso l’uso di cosmetici, la vestizione ed altre tecniche specifiche di camouflage, un insieme di pratiche che permettono di eliminare i segni della morte dalle mani e dal viso utilizzando prodotti appositi, per poter garantire un ultimo saluto decoroso.

Chi svolge la tanatoestetica

Il tanatoestetista è un professionista qualificato che si trova a svolgere un lavoro molto delicato. I suoi interventi sul defunto si concentrano soprattutto sul viso ma anche sulle mani che rimarranno scoperte. In seguito all’intervento di tanatoestetica, il defunto apparirà pulito, sereno e composto come se stesse dormendo. Grazie alla pratica moderna della tanatoestetica è possibile restituire dignità a situazioni difficili ed evitare spiacevoli inconvenienti, come perdite, odori o contaminazioni igienico-sanitarie, che potrebbero portare alla chiusura anticipata del feretro. A differenza della tanatoprassi, questa pratica non è invasiva e non rappresenta un procedimento per la conservazione della salma. Si pone come obiettivo quello di mantenere inalterati i caratteri e la fisionomia originaria del defunto.

La procedura che deve essere seguita

Le operazioni di tanatoestetica si svolgono secondo un rigido protocollo. Il professionista per prima cosa preparerà tutti i materiali necessari ed indosserà la divisa simile a quella di un chirurgo. Il tanatoestetista indosserà quindi anche guanti e mascherina per assicurare un altissimo livello di igiene e sicurezza. A quel punto il professionista valuterà le condizioni della salma. In alcuni casi, oltre ad eseguire la normale disinfezione e pulizia di pelle e capelli, potrebbe anche essere costretto a tagliare la barba o a ricostruire delle parti del corpo, come in occasione di morti tragiche. L’intervento si concluderà quindi con la vestizione che si svolgerà con gli abiti indicati dai famigliari del defunto.